Alice nel paese del web

Alice nel paese del web di Anna Maria Pace e Gabriele Linari. Opera teatrale scritta e diretta da GABRIELE LINARI, il Direttore Artistico dell’Associazione LAbit. Il testo è liberamente ispirato ad “Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carroll. Il regista, per essere più aderente possibile alla drammatica realtà degli adescamenti on line si è avvalso della collaborazione della POLIZIA POSTALE e per quanto riguarda i contenuti è stato prezioso l’aito dell’associazione ECPAT Italia Onlus

Il testo è liberamente ispirato ad Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll ma, proprio per essere più aderente possibile alla drammatica realtà degli adescamenti on line, si avvale della collaborazione della POLIZIA POSTALE per quanto riguarda i contenuti e dell'Associazione ECPAT Italia onlus per la loro pluriennale esperienza nell’ambito della pedopornografia e sfruttamento dei minori.

SAYNO250x270

#ecpatsayno

#ecpatsayno contro lo sfruttamento sessuale commerciale dei minori in occasione dei viaggi e del turismo


Butterfly: le riprese di Patrick Albertini

Butterfly il murales berlinese di Michele Tombolini che sarà inaugurato il 19 settembre 2015 alle ore 19.30 -palazzo in Kossener Strasse 36, quartiere di Friedrichshain – durante la sua realizzazione è stato ripreso dal fotografo Patrick Albertini. Dal 19 settembre 2015, sulla parete del palazzo storico al numero 36 di Krossener Straße a Berlino, sarà […]

Inaugurazione 19 settembre 2015 Berlino

Inaugurazione 19 settembre 2015 Berlino

Butterfly di Michele Tombolini

BUTTERFLY di MICHELE TOMBOLINI Inaugurazione sabato 19 SETTEMBRE 2015 ore 19.30 BERLINO – Krossener Strasse 36 – Friedrichshain. Murales e realtà aumentata – arte e tecnologia contro la violenza sui bambini


News dall'Italia

Pedopornografia e “Sugar Daddy”

Pedopornografia, autoprodotta al fine di ottenere del denaro da uomini benestanti e di una certa età, gli sugardaddies. Chi sono gli sugardaddies? Chi cercano solo donne giovani od anche minorenni? Alessia Arcolaci di Vanity Fair, nel suo blog racconta questo mondo. «Me la fai vedere in cam per 10 euro?» Ci siamo finti Alice e siamo entrati […]